Piccole chiocciole crescono! Salina Isola Slow Kids

Tre lezioni Slow per tre giornate fantastiche! Nell'isola verde di Salina il progetto Salina Isola Slow Kids ha avuto un successo inaspettato. Il piacere di "informarli giocando" che il cibo è buono, pulito e giusto, un diritto al piacere dando al cibo il giusto valore, su uno slow food che si contrappone al fast food, sul mangiare anche con gli occhi e non solo con la bocca e difendendo la biodiversità che ci circonda dal valore inestimabile ha reso più consapevoli e più sensibili i bambini coinvolti.
Dedicato al nostro amico Roberto Rossello uno dei momenti fantastici e fantasiosi per i bambini è stato sicuramente colorare con la loro immaginazione la famosa chiocciola, simbolo della rete internazionale di Slow Food, usando i legumi. I mandala verranno esposti nella mattina del 27 Maggio in piazza a S. Marina, giornata inaugurale della tredicesima edizione di Salina Isola Slow!
Non è mancata neanche la geografia...agricola: i bambini adesso sanno che a Polizzi Generosa (PA) esiste il fagiolo badda, a Nubia (TP) esiste l'aglio rosso e a Delia(CL) fanno la cuddrireddra.
Un sentito ringraziamento alla direttrice del circolo didattico Lipari 1 prof.ssa Mirella Fanti e il corpo docente delle scuole di S. Marina, Malfa e Leni, la comunità del cibo di Salina Isola Slow nella persona della referente Marzia Beninati, la condotta Slow Food Isole Slow Siciliane nella persona del suo fiduciario Salvatore d'Amico.
Ps: I bambini ridono in media 300 volte al giorno, gli adulti solo tra le 15 e 100 volte. E i bambini, per loro immaginazione, inventiva, fantasia e meraviglia sono tutti in qualche misura un genio, così come un genio resta in qualche modo un bambino.
Grazie
Giuseppe